DESCRIZIONE TECNICA DEL CICLO DI CATAFORESI

La cataforesi o elettrodeposizione catodica, è un trattamento superficiale che consente l’applicazione di un fondo uniforme di vernice epossidica dello spessore medio di 18 μm su manufatti ferrosi, zincati, di alluminio e magnesio.

La caratteristica più importante di questo sistema di verniciatura è quella di garantire, per i manufatti trattati, una elevata resistenza agli agenti atmosferici e quindi alla corrosione. Il trattamento risulta indicato ove la resistenza alla corrosione è indispensabile, si pensi ad esempio al settore automobilistico e navale.
cataforesi1_bigcataforesi

L’impianto di cataforesi installato presso DAVER S.r.l. è a passo ed è strutturato nel seguente modo:

  1. stazione di carico con sistema di aggancio manuale dei manufatti a telai dedicati
  2. trasportatore aereo birotaia (330 metri di lunghezza) per l’aggancio e la movimentazione lungo la linea dei manufatti da trattare
  3. tunnel in acciaio inox per il pre-trattamento. Il tunnel si sviluppa per una lunghezza di 47 metri lungo i quali sono presenti diversi stadi:
    cataforesi

    1. pre-sgrassaggio alcalino a 50°C
    2. sgrassaggio alcalino a 50°C (doppio stadio)
    3. risciacquo con acqua di rete
    4. attivazione a pH controllato
    5. fosfatazione tricationica ai sali di zinco (doppio stadio) a 50°C
    6. primo risciacquo con acqua di rete
    7. secondo risciacquo con acqua demineralizzata
    8. terzo risciacquo con acqua demineralizzata (conducibilità max. 30 μS/cm)
  4. vasca di cataforesi da 25 m³; il trattamento si esegue allo stato liquido, i pezzi vengono immersi tramite un discensore nella vasca che contiene il prodotto verniciante che per effetto dell’elettrodeposizione, si attacca ai manufatti
  5. tunnel di lavaggio in acciaio inox a tre stadi; un sofisticato impianto di ultrafiltrazione produce e fornisce agli ugelli del tunnel l’ultrafiltrato UF con il quale vengono rimossi, tramite un adeguato risciacquo in pressione, i residui di bagno trascinati per adesione fisica ma non elettrodeposti
  6. forno di polimerizzazione; cottura della vernice a 160°C per 20 minuti. Dimensioni esterne del forno 31m x 4m x 6m
  7. stazione di raffreddamento
  8. stazione di scarico dei pezzi trattati
  9. quadro elettrico generale di comando con PLC

 

Questo impianto è stato studiato per avere un’elevata produzione oraria di mq di materiale. Si tratta di un impianto tecnologicamente avanzato e a bassissimo impatto ambientale in quanto non si scarica nessun tipo di soluzione di lavaggio in fognatura e tutto il prodotto residuo, una volta esauriti i bagni, viene recuperato e depurato dagli enti preposti.

Specifiche tecniche

Dimensioni max. dei manufatti da trattare: 2500x2000x1000 mm

Peso max. dei manufatti da trattare: 300 kg

Spessori di vernice realizzabili: 15÷40 μm
Per maggiori informazioni, contattaci!